Team AcademyQue in Abruzzo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Fare team building lavorando da remoto, ecco come ci siamo riusciti

Novembre 25 •
Lettura in 4 min

Se c’è una cosa che abbiamo imparato in questo anno di lavoro a distanza, è che la differenza sta nell’ essere una squadra ancor prima di farla.

Essere un team significa infatti essere autentici, anche nelle proprie insicurezze. Essere consapevoli delle proprie capacità e metterle in gioco di fronte un unico obiettivo. Significa che per quanti ostacoli possono esserci nel percorso, in squadra tutto ha il sapore del possibile, e quando ti guardi indietro, quei progetti che sembravano quasi irrealizzabili, con il tempo hanno assunto delle sembianze più tangibili e alla fine ti rendi presto conto che sì – Ce l’abbiamo fatta! -.

È una sinergia che probabilmente è difficile da trovare in un ambiente di lavoro, e… “figuriamoci da remoto”, penseranno i più diffidenti. Ma fare Team Building è possibile anche a distanza, e noi di AcademyQue possiamo fieramente dire di esserci riusciti! In questo articolo ti racconto brevemente come.

Team AcademyQue in Abruzzo
Il Team AcademyQue

Gli ingredienti della Ricetta

Detto tra noi, trovare gli ingredienti giusti non è proprio un gioco da ragazzi. Ma una volta trovata una formula adatta, si tratta di studiarla e ripassarla ogni volta che senti che qualcosa non va per il verso giusto.

Per essere una squadra, abbiamo scelto di utilizzare questi qui:

Propositività

Etica

Lealtà

Leggerezza

Empatia

Questi ingredienti poi sono diventati una vera e propria PELLE da indossare e ci siamo promessi che l’avremmo fatto ogni giorno.

La vera ricetta: ovvero quello che facciamo

E poi una volta acquisiti questi ingredienti che cosa succede?

Succede che quando lavori a distanza, sparsi per diverse regioni di Italia, il Team deve trovare tanti escamotage diversi per riuscire a mantenere alto lo spirito di squadra. La verità è che dietro uno schermo di un pc forse può sembrare più difficile, ma abbiamo dimostrato con il tempo che NON è certamente impossibile!

Abbiamo già raccolto una lista di attività – mai noiose – per fare team building in questo articolo qui. Oggi però, voglio parlarti di noi, di ciò che facciamo concretamente per mantenere ogni giorno la cultura aziendale in AcademyQue, pur lavorando da remoto.

1# lunedì mattina = Brainstorming

Ok, il lunedì non richiama sempre sensazioni così positive, ma in questo caso si tratta semplicemente di riprendere in mano le fila del discorso e ripartire con più grinta dopo il weekend.

Ci ritroviamo la mattina in video call e ci prendiamo un’oretta per allinearci e aggiornarci sulle attività e i progetti che stiamo portando avanti. La verità è che se non ci fosse, probabilmente saremmo tutti un po’ “allo sbaraglio”.

È un momento che ritagliamo per noi. Per vederci tutti, nessuno escluso, e che ci ricorda ogni settimana che per quanto possono essere diversi i nostri ambiti e settori occupazionali, abbiamo un obiettivo e dei valori che ci accomunano. E questo è l’importante.

2# Incontri dal vivo

Ci vediamo due volte all’anno per una settimana. In queste occasioni lavoriamo insieme, senza il filtro di uno schermo e prendiamo parte ad attività divertenti che hanno lo scopo di rafforzare lo spirito di squadra.

A giugno di quest’anno ci siamo incontrati per la prima volta in Abruzzo. Qui abbiamo trascorso quattro giorni fuori dal comune e che tutti ricordiamo con molto entusiasmo. In primis, perché abbiamo lavorato per la prima volta spalla a spalla, ma anche per aver preso parte a una serie di attività che hanno rafforzato quel senso di appartenenza che tutti sentivamo.

Team Building non solo quindi nelle task giornaliere, ma anche nel divertirci insieme.

In che modo? Siamo partiti con il mettere le “mani in pasta”, nel vero senso della parola. Ci siamo divisi in due gruppi, e come in una catena di montaggio, ognuno di noi ha dato un suo contributo per aggiungere quell’ingrediente in più in un unico impasto. I risultati? Il primo gruppo ha sfornato un buon pane, il secondo squisite pizze al piatto.

Ovviamente ce li siamo goduti l’uno a pranzo e l’altro a cena, accompagnati anche da un ottimo vino (che non guasta mai)!  

Un ottimo lavoro di squadra anche nel dar da mangiare agli animali la mattina (si, lo abbiamo fatto davvero, e abbiamo anche le foto che vi risparmio). Dalle pecore, alle galline. Dagli asini ai maialini (che tanto – ini poi non erano).

Dei giorni, quindi, che ci hanno fatto vivere un po’ di distacco da quegli schermi che in parte ci dividono, ma che ci hanno anche unito.

Non potevamo non concludere con una cena a tema Karaoke, in cui abbiamo dato il meglio (o il peggio?) di noi. Abbiamo convenuto infine che di talenti ne abbiamo tanti, ma forse il canto lo lasciamo a qualcun altro… (dei difetti dovevamo pur averli)

AcademyQue vs. Cucina
Team vs. Cucina 1-0

Da questo meeting poi, sono cambiate alcune cose: il nostro Team infatti si è allargato e presto, al secondo incontro, saremo ancora di più 😉

Le avventure continuano

Dico molto spesso che servono delle solide basi per intraprendere viaggi audaci.

Durante il percorso in AcademyQue abbiamo sempre fatto del nostro meglio per volare ogni giorno un po’ più in alto, pur rimanendo ben consapevoli di quale fosse il nostro punto di partenza, i nostri valori.

Questo entusiasmo che ci contraddistingue ci ha spinto a portare avanti molte idee, e tra le tante, anche questo piccolo ma grande progetto che è Anywhere City, che in fondo ha anche questo scopo: quello di raccontare e condividere con chi vorrà gli ingredienti della nostra ricetta, la nostra Pelle.

Ti è piaciuto questo articolo?

Puoi dimostrarlo con un clap, un commento oppure spargendo la voce!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Ricevi nuovi articoli via mail

Leggi di più sulle prossime notizie

Scarica la Guida allo Smart e Remote Working

Commenti

Lascia un commento