Tutte Le limitazioni al lavoro in remoto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Le limitazioni al lavoro in remoto

Settembre 10 •
Lettura in 3 min

Remote working significa spostare la centralità dell’ufficio a qualcosa di più flessibile. Le aziende hanno la possibilità di poter assumere i migliori talenti da ogni parte del mondo, e soprattutto, è una modalità davvero vantaggiosa se guardiamo alla notevole riduzione dei costi e dei tempi.

Eppure, lavorare a distanza ha anche i suoi limiti. Per cui prima di accettare questo tipo di posizione, leggi fino in fondo questo articolo. Ecco cosa devi sapere sul Remote working.

In italia un terzo delle famiglie non possiede un pc e connessione internet
In italia un terzo delle famiglie non possiede pc e connessione

Il Digital Divide: un fenomeno che riguarda anche l’Italia

Il Remote Work è il futuro del lavoro tra flessibilità e incertezza. Le persone che lavorano a distanza hanno la possibilità di lavorare da ovunque vogliano, purché vi sia un’ottima connessione internet e sia dotata di dispositivi in grado di supportare tools e programmi necessari a svolgere determinate mansioni.

Dare per scontato l’accesso agli strumenti tecnologici come a una connessione internet efficace è sbagliato, e ti spiego il motivo.

Il fenomeno del divario digitale è largamente diffuso e rappresenta un grosso limite. Questo può portare a una vera e propria esclusione da chi ne è colpito, oltre che a una disuguaglianza in termini sociali.

In Italia circa un terzo delle famiglie non dispone un pc. Uno svantaggio che si fa ancora più evidente se compariamo i centri urbani ai luoghi rurali, dove spesso la stessa connessione internet scarseggia.

Valutare questo aspetto è fondamentale. I dipendenti devono avere l’effettiva possibilità di lavorare in questa modalità.

La mancanza di accesso alle risorse dell’ufficio

Lavorare a distanza significa avere un’alternativa al tradizionale ufficio, ma questo può essere un’arma a doppio taglio.

Se vuoi lavorare da remoto dovrai iniziare fin da subito a organizzare il tempo e gli spazi. Per Lavorare ed essere felici è necessario creare un ambiente di lavoro confortevole.

Questo comporta il tenere in considerazione la necessità di far fronte a spese per strumenti quali: sedia da ufficio, monitor, scrivania e tutto ciò che può aiutare la qualità del tuo lavoro.

Ma non per tutti è così semplice ricavare uno spazio dedicato al lavoro all’interno delle 4 mura di casa. C’è chi vive in monolocali, o in appartamenti piccoli e troppo spesso capita che la cucina diventi anche il proprio ufficio.

Coworking come nuovo spazio di lavoro

Per chi ha questo tipo di problema può certamente optare a diverse altre opzioni, come ad esempio bar (tranquilli e con accesso al wifi) o spazi di coworking, sempre più in voga.

Ma questo presenta altre limitazioni ad esempio:

  • costo
  • spazi affollati e poca privacy per le call
  • maggiori distrazioni per chi preferisce lavorare in spazi più silenziosi

Lavorare da remoto significa quindi riuscire ad organizzarsi fin da subito in questi aspetti, e non lasciarsi prendere dall’inerzia.

Avere la giusta attitudine

Insieme alle difficoltà tecniche, un aspetto importante da non sottovalutare è l’attitudine delle risorse. Non tutti sono predisposti a questo stile di vita, ed è giusto esserne consapevoli.

Lavorare da remoto significa sicuramente essere flessibili, autonomi e pienamente responsabili delle proprie attività. Ma significa anche essere pronti e predisposti alla proattività e alla propositività.

Cosa significa?

Il dipendente che lavora da remoto deve in qualche modo riuscire a far vedere le proprie capacità, sia agli altri collaboratori che dal proprio responsabile.

La capacità di lanciarsi e proporre nuove idee, ma anche dare il proprio feedback, è tra le skills fondamentali per entrare a far parte di una realtà di questo tipo e soprattutto un buon modo di presentarsi e farsi conoscere fin da subito dai colleghi, rimanere visibili e far valere le proprie abilità.

Sviluppare le competenze digitali con la giusta formazione

Dare per scontato che tutti abbiano capacità e attitudine per lavorare da remoto è un errore frequente! Eppure, sappiamo bene che non è così, per questo, se vuoi imparare a lavorare da remoto e acquisire le competenze digitali più richieste, ecco l’academy che fa per te.

AcademyQue è la prima digital & business school 100% online che ti prepara al mondo del lavoro da remoto e superare ogni limitazione.

Ti è piaciuto questo articolo?

Puoi dimostrarlo con un clap, un commento oppure spargendo la voce!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Ricevi nuovi articoli via mail

Leggi di più sulle prossime notizie