Come passare da un lavoro sedentario a uno più dinamico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Passare da un lavoro sedentario a uno più dinamico

Settembre 22 •
Lettura in 3 min

Quando parlo di lavoro sedentario non mi riferisco a un lavoro che preclude la possibilità di svolgere le attività all’aria aperta e in costante movimento. Piuttosto un’occupazione ripetitiva che non mi dà la possibilità di crescere professionalmente e sperimentare. Che manca del tutto di stimoli, di “dinamismo”.

Il lavoro sedentario si riconosce in un batter d’occhio:

  • malcontento generale
  • frustrazione
  • mancanza di motivazione

Questi tre sintomi sono segnali di allarme che avvertono della necessità di un cambiamento e di trovare al più presto una soluzione.

Da che parte iniziare?

Ho qui pronti per te alcuni consigli che ti aiuteranno a superare il lavoro sedentario e passarne a uno più dinamico

Le azioni da intraprendere per rendere il tuo lavoro più dinamico

ecco le azioni per rendere il tuo lavoro più dinamico
Azioni per rendere il tuo lavoro più dinamico

Quando la tua routine giornaliera diventa ripetitiva e noiosa, è il momento di prendere coraggio e uscire dalla tua comfort zone. Talvolta può essere spaventoso, ma è solo un primo grande passo avanti nella strada verso una proficua crescita professionale.

Iniziamo subito a vedere quali sono le azioni concrete che ti aiuteranno a eliminare per sempre il lavoro sedentario.

1) Cercare nuove idee

Avere nuove idee è più facile a dirsi che a farsi, eppure quando i miglioramenti non accennano ad arrivare, cercarle è la cosa più giusta da fare!

Ma come nascono le nuove idee? Come si trova la creatività?

Il tutto parte sempre da un lungo lavoro di ricerca che tiene sempre a mente il tuo obiettivo. Anche osservare i più esperti e chiedere aiuto a chi svolge quella mansione da più tempo può aiutare a migliorare. Bada bene: non si tratta di copiare, ma di trovare ispirazione, di modellare un concetto e migliorarlo come meglio credi.

Un’altra best practice è quella di cercare ispirazione anche osservando altri settori, del tutto differente dal tuo. Riproponi questi schemi e modelli in quello che è il tuo lavoro.

2) Coinvolgi il Team e ascolta il parere altrui

Anche l’idea più brillante può spegnersi in poco tempo senza l’energia vitale di un team di supporto.

Sinergie lavorative, stimoli e consigli preziosi arrivano dalle conversazioni, lo scambio di idee e l’incontro con gli altri.

Ecco perché coinvolgere e ascoltare con attenzione il parere degli altri può essere vitale. Anche quando lavori da remoto e i talenti dell’azienda sono dislocati, è importante trovare e spronare questa interazione.

Di app e strumenti utili per collaborare con il team a distanza ne abbiamo parlato a lungo, scegline uno e non perdere di vista il confronto con i tuoi colleghi.

Organizza una sessione di brainstorming, esponi le tue idee con determinazione e non perdere occasione di ricevere feedback davvero costruttivi.

Anche frequentare un co-working è una valida alternativa chi lavora da remoto. Un fenomeno di tendenza negli ultimi anni e che trova nella collaborazione il vero fulcro del suo successo.

3) Scopri nuovi Trends e innovazione

Il mondo del lavoro sta cambiando rapidamente e con questo anche il sorgere di nuove professioni, nuovi strumenti e nuove metodologie.

Perché seguire trends e innovazione?

Perché essere propositivi al cambiamento guardando sempre al futuro può essere tanto divertente quando costruttivo per ottenere finalmente un lavoro dinamico.

Per cui resta sempre informato e aggiornati sempre.

4) Migliora le tue capacità attraverso la formazione

Abbiamo parlato di aggiornamento, e per questo non posso certo far a meno di concludere la mia lista di azioni con la parola “formazione”.

Perché è importante? E come mi aiuta ad abbandonare la sedentarietà per un lavoro più dinamico?

La formazione è semplicemente una sintesi di tutti i concetti scritti fino a adesso. Mi spiego meglio, formarsi infatti:

– stimola il processo creativo e ti permette di trovare sempre nuove idee

– ti aiuta a condividere le tue idee con persone dai tuoi stessi interessi e ricevere consigli e opinioni costruttive che agevoleranno il tuo modo di lavorare

-In fine, ti porterà a scoprire le nuove tendenze e restare sempre aggiornato, al passo con i tempi.

Perciò, se vuoi dare un tocco di dinamicità al tuo lavoro e crescere professionalmente, dovrai formarti costantemente. Per farlo, dai un’occhiata ai percorsi di Master e Corsi di Specializzazione di AcademyQue.

Perché un lavoro dinamico rende l’ambiente di lavoro più piacevole?

Lavoro dinamico è spesso sinonimo di un ambiente di lavoro piacevole, ma per quale motivo. Le persone che lavorano in azienda non amano i ritmi di lavoro noiosi e ripetitivi, né tanto meno cadere ancora nelle vecchie convinzioni.

Innovazione, stimoli e crescita è ciò che fa di un lavoro, il ruolo più desiderato da un professionista.

Dietro al significato di dinamicità si nascondono diversi concetti:

libertà di sperimentare, assumersi le proprie responsabilità, migliorare e crescere, dare sfogo alle proprie idee, raggiungere obiettivi e trovare sempre motivazione ed energie per dare il massimo.

Per cui, non aspettare che le cose si muovano da sole per essere orgoglioso del tuo lavoro, sii il promotore della tua crescita professionale.

Ti è piaciuto questo articolo?

Puoi dimostrarlo con un clap, un commento oppure spargendo la voce!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Ricevi nuovi articoli via mail

Leggi di più sulle prossime notizie

Commenti

Lascia un commento